Controspionaggio

In Inghilterra, durante la seconda guerra mondiale, la giovane Carla Van Oven, vedova di un eroe della Resistenza olandese, viene addestrata da Deventer, un ufficiale dei servizi segreti. La donna torna poi in patria per una pericolosa missione. Il fallimento di alcune azioni militari viene attribuito all’operato di un collaborazionista. Deventer sospetta di Carla, ma il traditore è un altro. Il carisma dei due interpreti (per la quarta ed ultima volta assieme sullo schermo) e i paesaggi olandesi sono le uniche cose interessanti del film.
(andrea tagliacozzo)

La tunica

Un tribuno romano (Richard Burton) mandato in missione in Palestina assiste al processo e all’esecuzione di Gesù. Dopo la crocifissione, durante una partita ai dadi, il soldato vince la tunica del Redentore. Il possesso della sacra reliquia metterà in crisi la sua coscienza religiosa. Dal romanzo di Lloyd C. Douglas, un film iperspettacolare – il primo ad essere realizzato in Cinemascope – ma poco ispirato e terribilmente convenzionale.
(andrea tagliacozzo)

Sansone e Dalila

Come prevedibile, con il tocco di DeMille questo film rimane un grandissimo intrattenimento. Mature è una piacevole sorpresa nel ruolo di Sansone, anche se la sua celebre lotta con il leone è disperatamente fasulla; pure difficile da mandare giù è l’idea che la Lansbury sia la sorella maggiore della Lamarr. Ma la sorpresa più grande è Sanders che interpreta con moderazione il ruolo del Saran. Oscar per le scenografie e per i costumi. Rifatto per la tv nel 1984 (con Mature nella parte del padre di Sansone) e nel 1996.