Twilight

Bella Swan (Kristen Stewart) è sempre stata diversa dai suoi compagni, non le è mai importato di fare amicizia con le ragazze più alla moda del suo liceo di Phoenix. Quando la mamma di Bella si risposa e manda a vivere la figlia con il padre, nella piovosa cittadina di Forks, a Washington, Bella non prevede affatto che la sua vita possa subire grandi cambiamenti. Almeno fino a quando non incontra il misterioso e bellissimo Edward Cullen (Robert Pattinson), un ragazzo diverso da chiunque altro abbia mai conosciuto. Edward è intelligente e arguto ed è capace di leggere nella sua anima. Presto, Bella ed Edward si lasciano trascinare in una storia d’amore appassionata e decisamente poco convenzionale. Edward riesce a correre più veloce di un leone di montagna, può fermare a mani nude una macchina in movimento e non invecchia dal 1918, perchè come tutti i vampiri è immortale. Diversamente da essi, però, Edward non ha canini aguzzi e non beve sangue umano. Edward e la sua famiglia sono dei vampiri unici nel loro genere, per le proprie scelte di vita.

Mordimi

Situata nei boschi nebbiosi del Pacific Northwest, Sporks è una cittadina con una popolazione in rapido calo. Gli abitanti sono preoccupati e non capiscono le ragioni dei recenti massacri, l’ultimo dei quali ha coinvolto il pescatore Sculley, che è stato trovato ucciso, privo di sangue e con tanti morsi sul collo. Comunque, i cittadini sono sempre distratti, cosa che spiega come mai nessuno ritenga strano che un negozio di liquori locali pubblicizzi “Sangue freddo ghiacciato – AB Positivo Confezione da 6 in vendita”; che un senzatetto abbia un cartello con su scritto “Lavoro per sangue”; che la pizzeria di Vinny proponga cibo “caldo, fresco e senz’aglio”; e che un dentista locale mostri un’insegna con una bocca sorridente e dei canini appuntiti.

Twilight

Newman, per fare un favore a un suo vecchio amico (Hackman) si ritrova implicato fino al collo in una storia di omicidio e complotto, quando gli scheletri escono dall’armadio. Storia investigazione privata in vecchio stile, ambientata a Los Angeles. Newman è in ottima forma, circondato da un bel cast, ma il film non ha lampi né slancio e neppure un punto di vista originale. Benton ha co-sceneggiato con Richard Russo, ma non c’è confronto con La vita a modo mio, la loro precedente collaborazione (sempre con Newman).