In viaggio con papà

Film cucito su misura per la coppia inedita Sordi-Verdone, passato e presente della commedia all’italiana. Armando e Cristiano, padre e figlio, hanno due caratteri opposti: il primo è un inguaribile donnaiolo, il secondo è un impacciato e timido giovanottone. Mentre viaggiano insieme attraverso l’Italia delle vacanze estive, proveranno a conoscersi per la prima volta. Scarso ritmo e poche risate. Colpa di una sceneggiatura mediocre e di una regia ancor peggiore.
(andrea tagliacozzo)

Sette chili in sette giorni

Due amici, che anni prima avevano ottenuto una stiracchiatissima laurea in medicina, decidono di sfruttare la moda delle diete allestendo una casa di cura per individui obesi. Dapprima le cose sembrano andare per il giusto verso e i clienti non mancano, ma alla lunga i poco professionali metodi dei due compari finiscono per far fallire l’iniziativa. Imbarazzante esordio dietro la macchina da presa del fratello di Carlo Verdone con una commedia banale e priva di spunti realmente divertenti. I due protagonisti si adeguano alla mediocrità dell’insieme. (andrea tagliacozzo)