L’uomo dell’anno

Tom Dobbs è il conduttore di un programma tv di successo che si occupa principalmente di satira politica. Il destino si materializza nella persona di una donna del pubblico che innocentemente chiede al conduttore perché non si candidi lui stesso alla presidenza degli Stati Uniti. Inizia quindi una serrata campagna elettorale in cui il nostro Tom viene affiancato dai suoi collaboratori di sempre. La realtà supera la fantasia e il conduttore si ritrova presidente designato. Dopo violenti tentativi di screditare la sua credibilità, Eleanor Green, colei che ha contribuito alla progettazione e alla realizzazione di un nuovo sistema elettorale totalmente informatizzato, si fa avanti, e rivela allo stesso Tom che la sua elezione è frutto di un errore nel sistema. A questo punto davanti al presidente designato si presentano due possibilità: rivelare al mondo intero la verità e farsi da parte oppure rivestire i panni dell’uomo più potente del mondo.

Baby Mama

Il film racconta la storia di Kate (Tina Fey), una donna che ha sempre dedicato il suo tempoi e le sue energie alla sua carriera e che giunta all’età di 37, sente l’esigenza di compiere il grande passo.

No, non sposarsi, ma avere un bambino, che però tarda a venire. Preoccupata, Kate si sottopone ad una visita medica che annuncia la sua sterilità.

Kate, come sul lavoro, non cede alla sconfitta e decide di avere lo stesso un bambino. Non può adottarlo, perchè è una donna single e perciò non le è permesso; l’unica possibilità è trovare una donna che possa partorire al posto suo.

Dopo un po’ di ricerche, ecco Angie (Amy Poehler), una ragazza neo divorziata che si presta per l’arduo compito. Kate la ospiterà a casa per darle tutti i comfort possibili durante la gravidanza, ma Angie le dimostrerà che diventare mamma non è affatto semplice…

Angie più che mamma in affitto, si comporta come una bambina da educare e sgridare e tra le due si instauererà un profondo e divertentissimo rapporto.