Chi è Harry Crumb

L’inetto e pasticcione Harry Crumb (John Candy), dipendente di un’agenzia investigativa, riceve da Eliot Draisen (Jeffrey Jones), suo principale, l’incarico d’indagare sul rapimento della figlia di un miliardario. Il sequestro, come scoprirà in seguito il buon Harry, è stato in realtà organizzato dallo stesso Draisen. John Candy è sufficientemente divertente, ma da solo non basta a tenere un piedi un film troppo sconclusionato e che funziona a corrente alternata.
(andrea tagliacozzo)

L’aquila d’acciaio

Il figlio diciottenne di un colonnello dell’aeronautica si appassiona alle imprese del padre pilota da caccia, deciso a seguirne le orme. Quando questi viene abbattuto e fatto prigioniero in un Paese del Medio Oriente, il giovane apprendista si appropria di un F-16 e, con l’aiuto di alcuni intraprendenti amici, vola in suo aiuto. Un film pieno di luoghi comuni militareschi che, anche se non annoia, sorprende non poco per la sua candida stupidità. Come se non bastasse, può contare su tre sequel: il secondo (
Aquile d’attacco
, 1988) e il quarto (l’inedito
Iron Eagle IV
, 1995) diretti dallo stesso Furie; il terzo (
Air Force – Aquile d’acciaio 3
) verrà invece realizzato nel 1992 da John Glen.
(andrea tagliacozzo)

Il buio si avvicina

Il giovane Caleb viene attratto da una misteriosa coetanea, Mae, che si rivela essere una vampira. Dopo essere stato morso sul collo da questa, il giovanotto, irrimediabilmente contaminato, si unisce al gruppo della ragazza, formato da altre creature della notte. Il debole Caleb, però, dimostra ben poca attitudine alla vita del vampiro. Un horror decisamente originale, per atmosfere e situazioni: quasi un allucinato road movie, ambizioso, raffinato, d’autore. Scritto dalla stessa regista (futura autrice di

Point Break
e
Strange Days
) in collaborazione con Eric Red.
(andrea tagliacozzo)

Un ponte di guai

Lawrence Bourne III è un incallito frequentatore del tavolo verde. Per sottrarsi ad alcuni creditori, il giovanotto è costretto a unirsi al Corpo di Pace. Si ritrova in Thailandia, dove con l’aiuto di un corpulento amico, riesce a sventare il locale mercato nero e un traffico d’armi in cui è coinvolta anche la CIA. Il film vorrebbe essere divertente, ma non ci riesce quasi mai, nonostante i generosi sforzi di Tom Hanks e John Candy. Hanks e la coprotagonista Rita Wilson sono in seguito diventati marito e moglie.
(andrea tagliacozzo)

Bambola meccanica modello Cherry 2000

In un futuro dall’aria apocalittica, la maggior parte degli uomini possiede degli splendidi robot-donne che fungono in tutto e per tutto da compagne ideali. Quando Cherry, l’amante-automa del giovane Sam, si guasta improvvisamente, questi, per sostituirla con un modello identico, decide di rischiare e addentrasi nella pericolosa e selvaggia Zona 7. L’atmosfera ricalca un po’ quella della serie Mad Max diretta da George Miller, anche se Steve De Jarnett non possiede sicuramente il talento visionario del collega australiano. A tratti curioso, ma nulla di più. (andrea tagliacozzo)

Il buio si avvicina

In realtà, questa storia (sopra la media) di vampiri somiglia più a un film sui lupi mannari. Il cowboy Pasdar viene letteralmente morso dalla Wright e si unisce a un gruppo di sanguisughe di montagna che vagano per il West in un furgone. Un horror diretto con stile, che riunisce tre membri del cast di Aliens — Scontro finale: Henriksen, Paxton e la Goldstein.