Il grande uno rosso

Durante la seconda Guerra Mondiale, un sergente americano passa da un fronte all’altro (dalla Tunisia alla Sicilia, dalla Normandia al fronte orientale) assieme a quattro soldati, con i quali forma un leggendario reggimento di fanteria. Racconto parzialmente autobiografico del regista Samuel Fuller, che ha realmente combattuto durante l’ultima guerra seguendo un itinerario analogo a quello del protagonista. Un film di grande impatto visivo ed emotivo (indimenticabile la sequenza, sobria e tutta in sottrazione, della scoperta dei campi di sterminio), antimilitarista, ma senza inutili didascalismi. Le scene ambientate in Sicilia in realtà sono state girate in Israele.
(andrea tagliacozzo)