Storia di ragazzi e di ragazze

Nel 1936, a Porretta Terme, si festeggia il fidanzamento della figlia di piccoli proprietari terrieri con un giovane borghese di Bologna. In un’atmosfera festosa i numerosi invitati manifestano i reciproci sentimenti e le loro vicende personali. Tipico prodotto del periodo intimista di Pupi Avati: indubbiamente ben confezionato e con un cast di tutto rispetto, ma quasi stucchevole nel suo calligrafismo minimale. Nastro d’argento 1990 ad Avati per la miglior regia. (andrea tagliacozzo)