Fur

Diane Arbus è la figlia di ricchi pellicciai newyorchesi e fa da assistente al marito fotografo, il quale lavora per i suoceri nel campo della moda. Anche lei appassionata di fotografia, vive nell’ombra delle convenzioni sociali che l’oppressiva famiglia le impone, fino a quando un misterioso sconosciuto andrà ad abitare al piano di sopra del loro palazzo. Nonostante l’apparente incompatibilità iniziale, dovuta a una malattia che rende «mostruoso» il nuovo arrivato, si instaurerà fra loro una relazione sentimentale che le permetterà di cambiare la prospettiva con la quale lei aveva sempre visto le cose, e di conoscere un mondo di persone diverse, fisicamente e mentalmente, da quello che sono tuttora i canoni convenzionali. La nuova attitudine le consentirà di liberare il suo talento con il mezzo espressivo, sempre rimasto nel cassetto, e farà di lei una dei più grandi fotografi del secolo.