Il capitalista

Ormai giunto alla terza età, un ricco uomo d’affari vorrebbe lasciare il suo ingente patrimonio ai discendenti di una sua vecchia fiamma. Per metterli alla prova, l’uomo si fa assumere sotto falso nome nel loro negozio. Commedia scacciapensieri senza troppe pretese interpretata da un ottimo cast. Una curiosità per gli appassionati: tra gli interpreti, in una piccola parte, c’è anche James Dean, quasi all’esordio (aveva fatto qualche comparsata in alcune produzioni di poco conto).
(andrea tagliacozzo)

La valle dei mohicani

In questo stupendo western torna ad affacciarsi lo scontro emblematico di razze, culture e prerogative violente. Randolph Scott, sulle tracce della moglie rapita dagli indiani, si imbatte in un’altra bianca, la signora Lowe. Riesce nell’impresa di riscattarla con lo scopo di restituirla al marito, la difende da alcuni banditi e quindi riparte per la sua caccia.
La centralità della famiglia, la donna perennemente in pericolo, le logiche di scambio elette a costante di rapporti interpersonali: le somiglianze di La valle dei mohicani con L’albero della vendetta vanno decisamente oltre la presenza canonica di Randolph Scott. Il film si ricorda anche per l’ampio respiro offerto dal Cinemascope, che in questa versione televisiva viene preservato, fortunatamente, nel formato originale. (anton giulio mancino)