La figlia del generale

Travolta è un investigatore militare che scopre più di quel che avrebbe immaginato nell’indagare sull’assassinio della figlia capitano di un famoso generale. Mentre emergono le prove di uno scandalo ben maggiore, diventa chiaro che l’esercito vuole insabbiare tutta la faccenda. Scorrevole, sebbene la storia (ricavata dal best seller di Nelson DeMille) sia piuttosto macchinosa. Panavision.

Lara Croft: Tomb Raider

Va bene per gli appassionati di videogiochi. Per chi va matto per gli effetti speciali, il ritmo forsennato, le storie inverosimili… E per chi apprezza la bellezza di Angelina Jolie. Il film, ispirato al popolarissimo videogioco, è un kolossal americano degli effetti speciali. Lara Croft è la figlia di un archeologo che le ha lasciato la chiave per decifrare il mistero del tempo. Quando i pianeti sono allineati, quando ci sarà un’eclissi, allora due pezzi di una pietra incisa (naturalmente uno in un continente, l’altro dalla parte opposta del globo) dovranno essere riuniti per diventare padroni dello spazio e del tempo. Inutile dire che lady Croft, bravissima, intelligentissima, agilissima (si rilassa prima di andare a dormire facendo acrobazie da circo librandosi su liane di cuoio a decine di metri da terra…), scaltrissima, troverà i pezzi mancanti, li ricongiungerà al momento giusto e nel posto giusto, eliminerà i cattivi e vincerà… Se la vede con mostri di acciaio comandati per ucciderla (e li stronca lei), con interi battaglioni di omaccioni armati fino ai denti (li stermina), con statue di pietra di budda giganti che si animano e con le loro sei braccia cercano di colpirla (sbriciolerà anche le statue)… Restando, per carità, senza un graffio, con le sue canottiere aderentissime come fossero appena stirate, con la lunga treccia in ordine… Aggiungete, una società segreta (gli Illuminati), un babbo morto che riappare alla figlia…

Girato in tre continenti (si passa in un amen dalla Gran Bretagna, all’Islanda, a Venezia, alla Cambogia), costato uno sproposito, avrà tra poco un seguito per il quale Angelina Jolie è già stata scritturata. Nel film la figura del padre di Lara Croft, lord Croft è John Voight, padre dell’attrice anche nella realtà.

Con Air

Megafilm megastupido, ambientato a bordo di un aeroplano della polizia pieno di efferati criminali e di una manciata di prigionieri in libertà vigilata: tra questi ultimi c’è Cage, che era stato ingiustamente incarcerato. Una volta che l’aereo è decollato, i cattivi raggirano la sorveglianza e hanno la meglio. Alcuni buoni attori non possono fare di meglio con una sceneggiatura così insulsa, anche se zeppa di esplosioni e numeri acrobatici. Due nomination all’Oscar per il sonoro e la miglior canzone.

Chiamata da uno sconosciuto

Una giovane studentessa del liceo, arrotonda la paghetta dei genitori facendo da baby-sitter ai figli di una ricca coppia borghese. Una sera comincia a ricevere delle strane telefonate: la voce dall’altro capo lancia forti minacce contro i piccoli. Presa dalla paura, la ragazza chiama la Polizia scoprendo che le telefonate in realtà partono proprio dalla casa in cui lavora