Divertiamoci stanotte

Un attore di varietà, perfettamente somigliante a un celebre aviatore, si sostituisce a quest’ultimo durante una festa creando un mare di equivoci. Rifacimento di
Folies Bergère
, diretto nel 1935 da Roy Del Ruth, e
Una notte a Rio
, realizzato dieci anni prima da Irvin Cunmmings. L’intreccio del film è convenzionale, ma sufficiente a far scatenare il geniale Danny Kaye, strepitosamente divertente nel duplice ruolo. Nella filmografia del comico americano, il tema del sosia, già parzialmente usato in
L’uomo meraviglia
, tornerà nel 1961 in
Un generale e mezzo
.
(andrea tagliacozzo)

Stalag 17

Il progenitore di tutti i film sui prigionieri di guerra. Holden (vincitore di un Oscar) è un sergente supercinico sospettato di essere una spia nazista. Wilder mescola brillantemente dramma e commedia per mostrare la vita monotona e piena di ansie dei prigionieri. Meravigliosi gli intermezzi comici di Strauss e Lembeck (che riprendono i loro ruoli di Broadway), e superba la prova di Preminger nella parte del comandante del campo nazista. Sceneggiatura di Wilder e Edwin Blum, dal dramma di Donald Bevan e Edmund Trzcinski. Oscar a Holden, nomination per la regia di Wilder e a Strauss.

Ninotchka

Tre agenti sovietici vengono inviati in missione a Parigi, ma la vita mondana della ville lumière li distrae dai loro incarichi. Il governo russo, per riportarli all’ordine, invia sul posto l’affascinante ma severa ispettrice Ninotchka. La donna conosce un viveur francese che la inizia alla bella vita. Una delle migliori commedie di tutti i tempi, interpretata da una coppia d’interpreti in gran forma e una schiera di straordinari caratteristi. Grande merito della sua riuscita va ovviamente attribuito alla raffinata regia di Lubitsch, anche se non va sottovalutata l’importanza di sceneggiatura dai meccanismi perfetti che porta le firme prestigiose di Billy Wilder, Charles Brackett e Walter Reisch.
(andrea tagliacozzo)
.