La più bella del reame

Carol Alt torna a vestire i panni di Marina Ripa di Meana, già indossati nel 1987 in
I miei primi quarant’anni
di Carlo Vanzina. Marina, che dopo il fallito matrimonio con il principe Lante della Rovere si è felicemente risposata, si trova in un albergo francese per terminare il suo nuovo libro di memorie. È l’occasione per riflettere sulla propria esistenza. Sorvolando sull’immodestia del titolo, il film è a dir poco ridicolo e di scarso interesse.
(andrea tagliacozzo)

Yuppies – I giovani di successo

Un notaio, un dentista, un pubblicitario e un rivenditore d’auto, con il mito dei soldi, del potere, della fama, delle belle donne e, ovviamente, di Gianni Agnelli, tengono banco per oltre un’ora. Uno dei film più brutti e volgari del cinema italiano.

Night Club

A Roma, nel 1960, due impiegati di banca organizzano una serata galante per un industriale dal quale vorrebbero ottenere un finanziamento. A trovare le ragazze ci pensa un amico dei due, Walter, che guida il gruppo nei locali più rinomati della capitale. Il film si svolge nella notte della morte di Fred Buscaglione. Lo spunto è interessante, ma lo svolgimento, in linea con la maggior parte delle pellicole di Sergio Corbucci (qui al suo ultimo lavoro), è dozzinale. Buono il cast, in cui si distinguono due future dive del Cinema italiano, Sabrina Ferilli e Claudia Gerini.
(andrea tagliacozzo)