Mariti su misura

Mae è una donna di mezza età che a New York fa la sensale di matrimoni. Diventata amica di Kitty, una bella indossatrice, fa incontrare la ragazza con un timido e giovane radiologo, Matt. I due sembrano fatti l’uno per l’altra, ma Kitty, dopo aver scoperto la professione di Mae, crede di essere stata usata dalla donna per condurre in porto un nuovo affare. Inferiori ad altri lavori dello stesso Cukor, ma comunque non privo di personaggi e spunti interessanti.
(andrea tagliacozzo)

Sindrome cinese

Mentre la giornalista televisiva Kimberly Wells sta realizzando un servizio alla centrale termonucleare di Ventana, si verifica uno strano incidente. I responsabili dell’impianto si affrettano a minimizzare. Ben costruita e interpretata da un terzetto d’eccezione, la pellicola anticipò curiosamente l’incidente poi verificatosi nella centrale di Three Miles Island, in Pennsylvania. Classico film d’impegno civile americano, con i pregi e difetti del caso. Il film è prodotto dallo stesso Michael Douglas (che in questa veste, nel ’75, aveva ottenuto un clamoroso successo realizzando Qualcuno volò sul nido del cuculo ). (andrea tagliacozzo)

Mani di velluto

Un ingegnere milanese, diventato miliardario grazie all’invenzione di un nuovo vetro antiproiettile, s’innamora di una graziosa borseggiatrice. Per compiacere la ragazza, l’uomo partecipa a una serie di furti sensazionali. Praticamente nessuna variante (compresa la mediocre qualità) rispetto alle altre commedie realizzate da Castellano e Pipolo assieme al
molleggiato
. Nel 1982, Celentano e la Giorgi torneranno a lavorare assieme in
Grand Hotel Excelsior
, sempre diretti dalla stessa coppia di registi.
(andrea tagliacozzo)

Il genio della rapina

Un giovane americano organizza un grosso colpo ai danni di un istituto bancario tedesco per il quale, nelle sue reali vesti di funzionario di una fabbrica di antifurti, ha messo a punto un sofisticato ma tutt’altro che irresistibile sistema d’allarme. Scritto dallo stesso Brooks, un film dall’andamento atipico, abilmente giocato in bilico tra la commedia e il thriller. La trama è molto simile a Colpo da 500 milioni di dollari alla National Bank , realizzato due anni prima dall’inglese Peter Hall. Ottima colonna sonora di Quincy Jones. (andrea tagliacozzo)