Alla ricerca dello stregone

Grossolana, mal fatta trasposizione cinematografica del romanzo di William Boyd su un diplomatico inglese (Friels) poco volenteroso — e molto spesso insopportabile — in una nuova nazione africana; la sceneggiatura realizza poco più di un ritratto dei neri secondo stereotipi sciocchi e poco credibili. Connery è dolorosamente sprecato nel ruolo di un comprensivo dottore. Boyd è autore dello script e co-produttore insieme a Beresford.