Obiettivo mortale

Satira esplicita, bizzarra e disinibita sulla nostra società dominata dalla televisione, incentrata sulla connessione tra un famoso giornalista (Connery) e un gruppo di terroristi, e sui possibili legami di quest’ultimo con il governo americano. Una sceneggiatura approssimativa riesce a centrare pochi obiettivi, ma trae vantaggio dal ritmo mozzafiato della regia.

Il mistero delle dodici sedie

Nobile russo decaduto (Moody) è in cerca di una tra dodici sedie da pranzo, ora disperse, che contiene dei gioielli nell’imbottitura. DeLuise esilarante nel ruolo del suo antagonista. Personaggi sgradevoli ostacolano la riuscita del film, per quanto il cervello di tutto, Brooks, garantisca molte risate. Girato in Jugoslavia; la stessa storia è stata raccontata a Hollywood, in Germania, Argentina, Inghilterra e Cuba!