Salvo D’Acquisto

La storia di Salvo D’Acquisto, il vice brigadiere dei carabinieri di Torrimpietra che, il 23 settembre 1943, si sacrificò per salvare la vita a 22 civili innocenti. A causa di uno scoppio accidentale di una bomba a mano, un comandante delle SS decide di effettuare un’efferata rappresaglia sulla popolazione civile, gridando all’attentato. Il vice brigadiere D’Acquisto cerca in vano di convincere il nazista che non si possono uccidere 22 innocenti per capriccio, ma quando vede che i tedeschi sono decisi, si offre come unico colpevole per salvare gli altri 22. Ben interpretato dagli attori, un convincente Ranieri riesce a rendere bene il personaggio del ventitreenne carabiniere, senza scadere nella facile retorica. Affidabile la ricostruzione storica e le dinamiche delle storie parallele.
(andrea amato)

Il divorzio

Dopo quindici tumultuosi anni di matrimonio, Leonardo, architetto di mezza età, decide di separarsi dalla moglie e si rituffa nella vita da scapolo con l’entusiasmo di un ventenne. Ma una serie di insignificanti e squallide avventure finiscono per stancarlo in breve tempo. Una commedia priva di qualsiasi originalità, indegna di un attore del calibro di Vittorio Gassman. Le musiche del film sono composte da Fred Bongusto.
(andrea tagliacozzo)