La fonte meravigliosa

Da un romanzo di Ayn Rand. Un giovane architetto rinuncia al facile successo pur di non tradire le sue idee rivoluzionarie e si riduce a lavorare in un miniera. Qui s’innamora della figlia del padrone, Dominique, che ricambia i suoi sentimenti. Ma il giovane, chiamato a New York per ragioni di lavoro, sparisce improvvisamente. A dispetto dell’ottimo cast e del regista, un lavoro non eccezionale, anche se può contare su un buon numero di estimatori. (andrea tagliacozzo)

La leggenda dell’arciere di fuoco

Il cacciatore Dardo viene abbandonato dalla moglie, che gli preferisce il malvagio e tirannico conte Ulrich. Quando quest’ultimo condanna a morte un contadino, Dardo, diventato capo dei ribelli, rapisce Anna, la bella nipote del conte. Nel ruolo del protagonista, Burt Lancaster, ex acrobata di un circo, mette in mostra tutta la propria abilità ginnica. Perfetta anche la Mayo (all’epoca partner quasi fissa delle commedie di Danny Kaye) nei panni dell’eroina.
(andrea tagliacozzo)

I segreti di Filadelfia

Desideroso di fare rapidamente carriera per imporsi nell’alta società, un giovane avvocato sacrifica i princìpi dell’etica professionale per adeguarsi alla corruzione e all’ipocrisia che regna nel suo ambiente. Divenuto celebre, però, l’uomo non esita a difendere un amico ingiustamente accusato d’omicidio. Un melodramma solido nell’intelaiatura, ma proprio per questo anche scontato, malgrado la buona regia di Vincent Sherman e l’ottima interpretazione di Paul Newman.
(andrea tagliacozzo)

Le avventure di Don Giovanni

Lo spagnolo Don Giovanni, noto in tutta Europa per le sue avventure galanti e per l’abilità di spadaccino, deve lasciare l’Inghilterra a causa di un ennesimo intrigo amoroso. Tornato in patria, il nostro eroe mette la sua spada al servizio della regina. Divertente film d’avventura cucito su misura per Errol Flynn che, inutile dirlo, si ritrova alla perfezione nel ruolo. Gli splendidi costumi, creati da Leah Rhodes, Travilla e Marjorie Best, vinsero l’Oscar 1949.
(andrea tagliacozzo)