Il ritorno dello Jedi

Terzo episodio delle
Guerre stellari
, la fortunata saga stellare creata da George Lucas (sceneggiatore del film assieme a Lawrence Kasdan). Con un abile colpo di mano, Luke Skywalker riesce a libererare Han Solo e la principessa Leila, prigionieri del malvagio e repellente Jabba. I nostri eroi, riunitisi alla flotta stellare, sono pronti a sferrare l’attacco decisivo all’Impero. Inferiore al capostipite, ma veloce, inventivo e costantemente divertente, nonostante una regia senza guizzi di Marquand (a contare è soprattutto l’apparato produttivo di George Lucas). Gli Ewoks, simpatici nanetti abitanti della luna di Endor, torneranno in due sequel a parte prodotti per la televisione (
L’avventura degli Ewoks
realizzata nell’84 da John Korty e
Il ritorno degli Ewoks
diretto due anni più tardi da Jim e Ken Wheat). La riedizione del 1997 contiene 4 minuti in più rispetto alla versione originale.
(andrea tagliacozzo)

La cruna dell’ago

Buona trasposizione cinematografica dell’omonimo romanzo di Ken Follett. In Scozia, alla vigilia dello sbarco in Normandia, un agente segreto nazista deve comunicare al proprio comando un importante segreto militare. Nel luogo dove l’uomo dovrebbe incontrare i tedeschi, l’uomo fa conoscenza da una coppia di coniugi inglesi, David e Lucy: il primo, semiparalizzato, sospetta qualcosa, mentre la seconda si lascia sedurre dallo sconosciuto. Grande suspense e ottimi i protagonisti.
(andrea tagliacozzo)

Doppio taglio

Jack Forrester, editore di successo con ambizioni politiche, viene accusato dell’omicidio della moglie, orrendamente seviziata. A difenderlo è chiamata una brillante avvocatessa, Teddy Barnes, che dapprima sembra riluttante, ma poi, dopo aver conosciuto l’editore, accetta l’incarico. Giallo ben costruito e ricco di suspense, con un Jeff Bridges ambiguo al punto giusto. Straordinario Robert Loggia nei panni dello sboccato mentore di Glenn Close.
(andrea tagliacozzo)