Dovevi essere morta

L’adolescente Paul, genio dell’elettronica, s’innamora di una ragazza, Samantha, costretta a vivere con un padre alcolizzato e violento. Quando Samantha viene accidentalmente uccisa da un gesto sconsiderato del genitore, Paul tenta di riportarla in vita innestando nel cervello della giovane un micro-circuito. Film atipico di Wes Craven dove il sentimentale fa più volte capolino nell’orrorifico. Non del tutto riuscito, ma il tentativo è sicuramente interessante. (andrea tagliacozzo)

Il mio nemico

Due astronavi, guidate rispettivamente da Davidge, terrestre, e dall’alieno Jeriba, proveniente dal pianeta Dracon, si danno battaglia e finiscono per precipitare sull’ostile asteroide Fyrine IV. Alla mercé dei carnivori abitanti del pianeta, i due nemici decidono, anche se a malincuore, di unire le loro forze. Una parabola sulla tolleranza in forma fantascientifica, non banale, a tratti commovente, ben diretta dal tedesco Wolfgang Petersen. Realizzato con un budget notevole, il film fu un insuccesso al botteghino.
(andrea tagliacozzo)