Yado

Pellicola avventurosa ispirata ai personaggi creati da Robert E. Howard (autore di «Conan il barbaro»). La regina Gedren conquista il potere con la violenza. La principessa Sonja, scampata a uno dei numerosi eccidi perpetrati dalla sovrana, decide di vendicarsi. Nell’impresa, la donna ha al suo fianco un intrepido e robusto guerriero, Yado. Diretto con mestiere, ma sulla base di una sceneggiatura ai limiti dell’idiozia. Il confronto con il
Conan il barbaro
di John Milius (interpretato dallo stesso Arnold Schwarzenegger tre anni prima) è addirittura improponibile. Schwarzy è poco più che una guest star di lusso, anche se è stato furbescamente trasformato in protagonista dalla distribuzione italiana, che ha cambiato il titolo originale da
Red Sonja
in
Yado
.
(andrea tagliacozzo)

Il principe e il povero

Riduzione cinematografica del celebre libro di Mark Twain (già portato sullo schermo quarant’anni prima da William Keighley con eccellenti risultati). Per gioco, il giovanissimo erede al trono d’Inghilterra scambia i suoi vestiti con un coetaneo perfettamente somigliante, dando inizio a una interminabile serie di equivoci. Richard Fleisher spreca banalmente un ottimo cast d’attori realizzando un film che, se da un lato segue diligentemente la storia originale, dall’altro manca completamente di vitalià.
(andrea tagliacozzo)