Montecristo 70

Un ex partigiano, accusato di aver ucciso dodici compagni per ragioni di denaro, viene rinchiuso in una colonia penale. Sostituendosi, all’interno di una bara, al cadavere di un detenuto, l’uomo riesce a evadere. La famosa vicenda di Edmond Dantès, ispirata al romanzo di Alexandre Dumas, viene trasportata in epoca contemporanea con risultati non del tutto convincenti.
(andrea tagliacozzo)

Don Bosco

Ormai vecchio e stanco, Don Bosco, che ha dedicato l’intera esistenza ai giovani, ricorda le sue provocatorie iniziative, nella Torino dell’800, tese a strappare i ragazzi al bieco sfruttamento dei padroni. L’attività del sacerdote, però, riceve l’aperta ostilità di molti personaggi altolocati. Didascalico e scontato, il film soffre molto dell’impostazione paratelevisiva della regia di Castellani. Cast dignitoso, ma svogliato.
(andrea tagliacozzo)