American Pop

Ambiziosa pellicola d’animazione, che racconta la storia della musica americana del XX secolo attraverso alcuni dei suoi protagonisti fondamentali. Il film è appassionante dal punto di vista narrativo e ottimo da quello grafico, ma non manca qualche caduta di tono. Gli esperti apprezzeranno l’uso del “rotoscope” (che permette l’animazione a partire da una sequenza con attori in carne e ossa). Un ultimo dilemma: perché il culmine di questa saga epica che percorre le generazioni è la nascita del punk?

Il signore degli anelli

Ambiziosa versione animata della saga fantasy di J.R.R. Tolkien copre un libro e mezzo della trilogia (finendo piuttosto bruscamente). La storia di diverse razze nella Terra di Mezzo che competono per il possesso degli anelli del potere è ispirata e avvincente, ma comincia a trascinarsi, e ingarbugliarsi, nell’ultima ora. La tecnica di Bakshi combina goffamente animazione e scene dal vero ricalcate. Rifatto nel 2001. Una nomination ai Golden Globes.

Fuga dal mondo dei sogni

Lungometraggio senza senso (per metà in animazione e per metà “live action”) di Bakshi, già abituato a questo genere di film, ma in questo caso senza raggiungere lo stesso successo dei precedenti. L’ex detenuto e cartoonist Byrne si accorge che le sue creazioni sono reali e vivono in un universo parallelo chiamato Mondofurbo: dopo un rapporto sessuale con lo “scarabocchio” sexy Holly (Basinger), lei si trasformerà in essere umano e scapperà nel mondo reale, con il detective Pitt alle calcagna. Troppo serio per essere divertente, troppo sciocco per essere preso sul serio: i personaggi principali sono poco verosimili e stomachevoli. Sembra la versione di Roger Corman di Chi ha incastrato Roger Rabbit

Fire and Ice – Fuoco e ghiaccio

Un muscoloso eroe e una prosperosa eroina sono coinvolti nella lotta di potere fra due bellicose potenze mondiali. Una saga fantasy d’animazione non peggiore (né migliore) di un medio prodotto di genere, con attori reali e beneficiata dal tratto del mitico illustratore Frank Frazetta (anche se l’animazione è basata su riprese dal vero). Sceneggiato dai celebri autori di fumetti Roy Thomas e Gerry Conway.