Soldato Blu

Unici superstiti di un attacco dei cheyenne ai danni di un convoglio militare, un soldato federale e una giovane donna, che ha per lungo tempo vissuto tra i pellerossa, rimangono appiedati nel deserto. Un western atipico, crepuscolare, estremamente violento (sia nelle immagini che nei contenuti) e di grande impatto. All’uscita del film, le scene del massacro finale, ispirate fedelmente alla strage perpetrata dai federali contro gli indiani il 29 dicembre 1890 a Wounded Knee Creek, destarono scalpore per la loro crudezza.
(andrea tagliacozzo)

Minuti contati

Un uomo d’affari giunge a Los Angeles con la giovane figlia: in pochi istanti quest’ultima viene presa in ostaggio, mentre a lui viene ordinato di commettere un omicidio! Questa passabile storia di suspense “prende”: ma strada facendo, a ogni svolta pone come dei blocchi stradali alla credibilità. Il coraggioso cast dà il 100%. Il tentativo di mantenere al massimo la suspense restituendo la storia in “tempo reale” (con infiniti dettagli di orologi) non produce gli effetti sperati.