Il momento di uccidere

Una coppia di bianchi sbandati violenta e massacra una bambina nera nel Mississippi. Il padre della piccola li uccide mentre vengono portati in tribunale per l’udienza preliminare. Difenderà l’uomo un giovane avvocato bianco con un’assistente d’eccezione, la bellissima studentessa di legge Sandra Bullock. Ma se la dovrà vedere con un arrogante e cattivo pubblico ministero (Kevin Spacey). Ci sarà un processo e l’avvocato riuscirà a dimostrare l’infermità mentale del padre assassino, facendolo assolvere… Drammone tratto da un romanzo di John Grisham dove si mescolano tutti i temi possibili: razzismo, giustizia, famiglia … in una carambola di improbabili avventure tra Ku Klux Klan, omidici, violenze, incendi, vendette, ricatti, minacce. Vincerà la giustizia, ma che fatica arrivare alla fine.

Fuga da Alcatraz

Ricostruzione di un fatto realmente accaduto l’11 giugno 1962. Trasferito nel penitenziario di massima sicurezza di Alcatraz, Frank Morris, già autore di numerose evasioni, attende l’arrivo dei fratelli Aglin per organizzare un minuzioso piano di fuga. Ai tre, anche se poco convinto, si aggrega anche il timido Clarley. La regia di Don Siegel è allo stesso tempo asciutta e avvincente e lavora di fino sugli stereotipi del cinema carcerario (alcuni dei quali, come il detenuto che custodisce un topolino, torneranno in diverse forme
Le ali della libertà
e
Il miglio verde
, i due prison movie di Frank Darabont). Splendido anche Eastwood, altrettanto asciutto e misurato, maschera di ghiaccio d’incredibile carisma.
(andrea tagliacozzo)

Scanners

Il titolo si riferisce a dei supercervelli che possono leggere le menti e far esplodere le teste altrui; qui uno “scanner” buono aiuta dei dottori a catturarne uno cattivo. Un’idea interessante trattata in maniera piuttosto impacciata, ma aiutata in parte da grandi (anche se schifosi) effetti speciali. Con diversi sequel.

Baby – Il segreto della leggenda perduta

In Africa, un anziano e ambizioso paleontologo (Patrick McGoohan) uccide un collega per impadronirsi delle foto degli ultimi esemplari di brontosauri. Nel frattempo, Susan (Sean Young), ex allieva dello studioso, che si trova nel continente africano assieme al marito (William Katt), si accorge quasi per caso dell’esistenza dei dinosauri. Classica produzione Disney – qui più mediocre che in altri casi – sulle orme del più celebre
King Kong
.
(andrea tagliacozzo)