Marcia trionfale

Un giovane appena laureato parte per il servizio militare. Si trova profondamente a disagio in nel mondo della caserma, ma il suo superiore (un uomo in crisi depressiva) lo elegge a suo confidente; così facendo involontariamente facilita la nascita di una relazione adulterina del giovane con sua moglie. Uno dei film meno riusciti di Bellocchio, in cui la volontà di dissacrare l’odioso baraccone delle forze armate cade nel vuoto della retorica e della banalità.

La stanza del vescovo

Un giovanotto, che passa il tempo navigando sul Lago Maggiore a bordo della sua nuova barca a vela, conosce casualmente un tipo stravagante che gli presenta la bisbetica moglie e la sua giovane e bella cognata. Episodio minore della carriera di Dino Risi, già avviato verso il declino che sarà più evidente nel decennio successivo. Il film, tratto dall’omonimo romanzo di Piero Chiara, è stato sceneggiato dallo stesso scrittore assieme a Leo Benevenuti, Piero De Bernardi e al regista.
(andrea tagliacozzo)

I santissimi

Depardieu e Dewaere sono due rozzi delinquenti che si comportano come ragazzini nonostante l’età: commettono crimini insignificanti, terrorizzano e si dividono le donne. Spassosa, spigliata e a tratti poetica disamina sull’alienazione. La Moreau compare per poco nelle vesti di una ex-truffatrice che se la intende coi due ragazzi.