Giovanna d’Arco di Luc Besson

Approccio accattivante alla storia di Giovanna D’Arco, con una vibrante Jovovich nei panni della contadina che conduce gli uomini del suo paese in battaglia. Ma in questa versione (sceneggiata da Besson e Andrew Birkin) lei si fa anche delle domande, il che fa perdere slancio al film dopo un’elettrizzante prima metà piena di scene di battaglia vivide e aggressive. Una versione alternativa dura 158 minuti. Super 35.

Gabrielle

Cosa si nasconde dietro una coppia apparentemente felice? Quali sono le dinamiche che uniscono e separano due persone? Questi i temi affrontati in Gabrielle, pellicola ambientata nei primi del ‘900 per la regia di Patrice Chéreau, già autore di Intimacy. Da un racconto di Joseph Conrad, The Return , il film ripercorre la storia di Harvey (Pascal Greggory), editore di successo, insieme con la moglie Gabrielle (Isabelle Huppert). La vita coniugale dei due sembra trascorrere serena fino a quando, un giorno, Gabrielle abbandona Harvey mettendo in crisi il loro matrimonio.

La vie en rose

Presentato in apertura del Festival di Berlino 2007, il film ripercorre la straordinaria esistenza della cantante Edith Piaf (1915-1963), dagli esordi in povertà fino ai trionfi internazionali. Dotata di una voce e un carisma fuori dell’ordinario ma penalizzata di un fisico gracile e non aggraziato che le valse il soprannome di “passerotto”, visse una storia d’amore con il pugile Marcel Cerdan che si concluse tragicamente. Morì non ancora cinquantenne, di polmonite. Premio Oscar come miglior attrice protagonista a Marion Cotillard.