Domani accadrà

Verso la metà dell’Ottocento, Edo e Lupo, due butteri maremmani, tentano una rapina ma falliscono miseramente e si danno alla fuga. Vagabondano per le campagne della Toscana fino a quando i due arrivano alle porte di uno strano castello. Esordio alla regia di Daniele Lucchetti, non felicissimo, nonostante l’occhio vigile del produttore Nanni Moretti. Interessante, comunque, l’ambientazione della Maremma riletta quasi in chiave western.
(andrea tagliacozzo)

La settimana della Sfinge

Gloria è una ragazza con la testa sempre fra le nuvole. Cameriera di una piccola trattoria, appassionata di enigmistica, la giovane si licenzia per seguire un antennista donnaiolo nel quale crede di trovare il grande amore. Commedia dai toni surreali, diretta con intelligenza e molta verve da Daniele Lucchetti (alla sua seconda prova) e interpretata da una solare Margherita Buy, divertente e scanzonata nei panni della protagonista.
(andrea tagliacozzo)

Cavalli si nasce

Opera prima del disegnatore satirico Sergio Staino, tornato in seguito dietro alla macchina da presa con
Non chiamarmi Omar
. Nella prima metà dell’Ottocento, il marchese d’Ottavio parte dalla natia Firenze per visitare, assieme all’amico Paolo, le bellezze dell’Italia del Sud. Dopo essere stati derubati, i due trovano ospitalità presso un anziano principe salentino. Piacevole, anche grazie al buon cast, ma fin troppo esile.
(andrea tagliacozzo)