Ex Machina

Ex Machina

mame cinema EX MACHINA - STASERA IN TV IL FILM DI ALEX GARLAND trio
I protagonisti di Ex Machina

Un giovane programmatore, Caleb Smith (Domhnall Gleeson) trascorre una settimana nella casa di Nathan Bateman (Oscar Isaac), che è l’amministratore delegato della BlueBook, la società per cui lavora Caleb. Tuttavia, Bateman non abita in una normale casa, bensì in una sorta di enorme laboratorio scientifico. Lì, infatti, conduce i propri esperimenti tecnologici. In particolare, il suo più ambizioso progetto è Ava (Alicia Vikander), un robot molto sofisticato. Caleb è stato quindi scelto per dimostrare se Ava ha un’intelligenza e una coscienza proprie, esattamente come le hanno gli esseri umani. Ma a questo punto emerge il tema principale di Ex Machina (2015): in cosa consiste di preciso il confine tra intelligenza artificiale e umanità?

Curiosità

mame cinema EX MACHINA - STASERA IN TV IL FILM DI ALEX GARLAND scena
Alicia Vikander in una scena del film
  • Il regista del film è Alex Garland.
  • I protagonisti del film, cioè Alicia Vikander e Domhnall Gleeson, hanno già lavorato insieme in Anna Karenina (2012) di Joe Wright. Infatti, hanno interpretato rispettivamente Kitty e Kostantin Levin.
  • L’anteprima italiana di Ex Machina è avvenuta al Teatro Petruzzelli di Bari il 23 marzo 2015, in occasione quindi del Bari International Film Festival.
  • Alicia Vikander è stata candidata ai Golden Globe del 2016 come miglior attrice non protagonista per il suo ruolo in questa pellicola.
  • Ex Machina ha vinto il premio Oscar 2016 per i Migliori effetti speciali ed è stato candidato anche per la miglior sceneggiatura originale.
  • Inoltre, la pellicola ha vinto i British Independent Film Awards del 2015 nelle categorie Miglior film, Miglior regista, Miglior sceneggiatura e Miglior contributo tecnico.
  • Il budget del film è stato di circa 15 milioni di dollari.
  • Inizialmente, il ruolo di Ava era stato assegnato all’attrice Felicity Jones, successivamente sostituita da Alicia Vikander.

Agora

Alessandria d’Egitto. Siamo nella metà del IV secolo dopo cristo e cristiani, pagani ed ebrei riescono a convivere anche se in un equilibrio sempre più precario. La città é un rinomato centro per la ricerca scientifica ed é ricco di personaggi di comprovata intelligenza, tra i quali spicca Ipazia, filosofa e figlia a sua volta di un filosofo e geometra. La donna é molto affascinante e la sua cultura unita alla sua bellezza fanno perdere la testa al suo schiavo Davus, che dovrà scegliere tra la sua passione per la donna e la possibilità di diventare un uomo libero unendosi ai cristiani, che con la forza stanno cercando di prendere il controllo della città…

Amenábar ha suscitato qualche polemica per il fatto di descrivere i cristiani come fanatici sanguinari, molto simili ai talebani di oggi. Peccato, però, che la forma del kolossal non sia la più adatta a trasmettere idee: i personaggi sono scoloriti e convenzionali e la ricostruzione storica non è memorabile.

Drive

Uno stuntman cinematografico, nel tempo libero diventa autista freelance al servizio di rapinatori durante i loro colpi. Quando una rapina in banca, però, non va come previsto, e l’uomo scopre che è stata messa una taglia sulla sua testa, decide di scappare portandosi dietro la ragazza di un ex detenuto… Palma d’Oro per la regia a Refn (anche una nomination come miglior film) e una candidatura all’Oscar per il Sonoro.

Sucker Punch

Il film è ambientato negli anni ’50. La protagonista, Baby Doll, è una ragazza che viene fatta rinchiudere in un manicomio dal patrigno e, in procinto di essere lobotomizzata cerca di resistere al dolore ed evadere dal suo stato di detenzione inventando un mondo parallelo, nel quale, grazie all’aiuto di alcune sue compagne di avventura, deve rubare cinque oggetti prima di tentare la grande fuga dall’ospedale.