La mano

Un disegnatore di fumetti, in grave crisi coniugale, perde una mano in un incidente d’auto. Ma la mano sembra possedere vita propria ed essere l’autrice di alcuni orribili delitti. Seconda regia di Oliver Stone, qui autore di un film potenzialmente interessante almeno nello spunto, ma piuttosto grossolano nell’esecuzione.
(andrea tagliacozzo)

Kramer contro Kramer

Una donna, delusa da un matrimonio che si trascina stancamente, abbandona il marito e il figlio di cinque anni. L’uomo, che fa di tutto per occuparsi del bambino cercando di non fargli pesare l’assenza della madre, trascura il lavoro e finisce per essere licenziato. Un melodramma di grande successo, ricattatorio, furbetto, ma indubbiamente ben confezionato e commovente. Premiato nel ’79 con cinque premi Oscar, due dei quali ai protagonisti, Dustin Hoffman e Meryl Streep. (andrea tagliacozzo)