Ehi… ci stai?

Jack, un ragazzo che si guadagna da vivere insegnando il baseball ai bambini di una scuola, s’innamora di Randy, una giovane con una disastrosa vita familiare: il padre della ragazza, dedito all’alcool, è indebitato fino al collo con un boss mafioso. Prodotto fin troppo leggerino, tenuto in piedi dalla simpatia dei due protagonisti. Molly Ringwald è stata lanciata dal regista John Hughes che l’ha voluta come protagonista in
Sixteen Candles
e a
Breakfast Club.
(andrea tagliacozzo)

Pazzie di gioventù

Lo studente di college McCarthy, fidanzato con una ricca tontolona, cerca una storia impossibile con la giovane Ringwald, una vagabonda che vive in una baracca lungo il fiume, vicino al campus di lui a Cincinnati. Un po’ meglio di quanto ci si poteva aspettare, grazie alla buona ambientazione nel Midwest scelta dal regista di Colpo vincente. La Ringwald non è del tutto convincente nel tipo di ruolo inventato da Gloria Grahame.

Bella in rosa

Le disavventure sentimentali e non di una ragazza alle prese con il padre alcolizzato e con alcuni compagni di scuola ricchi e altezzosi. Una piacevole commedia giovanile scritta da John Hughes, un maestro del genere (suoi gli ottimi
Breakfast Club
e
Una pazza giornata di vacanza
). Simpatica la protagonista Molly Ringwald, anche se Harry Dean Stanton ruba la scena al resto del cast nel ruolo del genitore beone. Il titolo è ispirato a
Pretty in Pink
, una nota canzone degli Psychedelic Furs.
(andrea tagliacozzo)

Il matrimonio di Betsy

Betsy, figlia di Eddie e Lola Hopper, decide di sposare il giovane Jake Lovell. Sebbene non stia navigando in buone acque finanziare, Eddie accetta di accollarsi le spese della cerimonia nuziale. Mentre fervono i preparativi del matrimonio, anche l’altra figlia degli Hopper, Connie, s’innamora: lui è un mafioso, ma per amore della ragazza passerà dalla parte della legge. Una sorta di versione aggiornata de Il padre della sposa (un anno prima del remake ufficiale con Steve Martin), diretta con sottile umorismo e intelligenza da Alan Alda, ottimo anche come interprete. Eccellente anche il resto del cast, a partire dalla compianta Madeline Kahn in una delle sue prove migliori. (andrea tagliacozzo)