Il bisbetico domato

In seguito a un guasto alla propria automobile, la bella e giovane Lisa è costretta a fermarsi in un pasino nei pressi di Voghera. Qui s’innamora di Elia, un facoltoso agricoltore noto per la sua misoginia. Sedurlo è un’impresa, ma la giovane è pronta a tutto. Filmetto inutile (botteghino a parte), praticamente indistinguibile dagli altri confezionati su misura per il molleggiato dalla premiata ditta Castellano & Pipolo. Insopportabile la Muti. Celentano ha carisma, ma non basta a farne un attore.
(andrea tagliacozzo)

Pappa e ciccia

Il film è diviso in due episodi: nel primo, Lino Banfi è un meridionale emigrato in Svizzera che, sebbene abbia trovato solo un modesto lavoro da imbianchino, ai parenti rimasti in Italia fa credere di essere diventato miliardario speculando in Borsa; nel secondo, Paolo Villaggio è un impiegato che si concede un’allucinante e disastrosa vacanza in Kenya. Tutto suona già scontato e solo raramente qualche gag riesce a strappare una risata.
(andrea tagliacozzo)