Cimitero vivente

La famiglia di un giovane dottore si trasferisce in una villa isolata che si trova nei pressi di un antico cimitero indiano. Il medico ha l’infelice idea di seppelirvi l’amatissimo gatto della figlia che, la notte seguente, risorge trasformato in uno zombie. Dignitoso horror che avrebbe dovuto essere diretto da George A. Romero. Lo scrittore Stephen King, autore del romanzo da cui è tratto il film, compare in un piccolissimo ruolo.
(andrea tagliacozzo)

L’onore dei Prizzi

Il boss mafioso Corrado Prizzi vuole far sposare sua nipote Maerose al killer Charley Partanna, ma questi s’innamora della bella Irene Walker. Durante una «lavoretto», Charley scopre che la ragazza, che fa il suo stesso mestiere, ha sottratto ai Prizzi un milione di dollari. A settantanove anni, il già malato John Huston (morirà nel 1987) dirige un gangster movie ironico e pungente con la freschezza di un esordiente di grande talento. Una delle prove migliori della sua carriera. Oscar 1985 alla bravissima Anjelica Huston (figlia del regista) come migliore attrice non protagonista.
(andrea tagliacozzo)