Capitani coraggiosi

Una nave, con a bordo l’impertinente e viziatissimo figlio di un milionario, affonda in mezzo all’Oceano. Il ragazzo, salvato da una goletta di pescatori e costretto per un lungo periodo a fare l’umile mestiere del mozzo, ammorbidisce notevolmente il suo carattere. Straordinario adattamento cinematografico di un classico di Rudyard Kipling. Spencer Tracy, nel ruolo di un pescatore portoghese, vinse l’Oscar come migliore attore protagonista.
(andrea tagliacozzo)

Mare d’erba

Un ricco proprietario terriero sposa una spigliata ragazza di città, ma le due diverse mentalità vengono presto a contrasto e turbano l’armonia familiare. I rapporti fra i due s’incrinano del tutto quando la donna, sedotta da un giudice, avversario del marito, ha un momento di debolezza e cede. Uno dei film più famosi della coppia Hepburn-Tracy, tratto da un romanzo di Conrad Richter, anche se non uno dei loro migliori, nonostante la prestigiosa regia di Kazan, qui al suo secondo film.
(andrea tagliacozzo)

Storie di fantasmi

Quattro anziani del New England sono tormentati da un segreto vecchio di cinquant’anni, che ora si ripercuote malamente su uno dei loro figli. Avvincente, sebbene non del tutto appagante semplificazione del best seller di Peter Straub, perde i colpi man mano che si avvicina alla risoluzione finale. Ultimo film per Astaire.

Volto di donna

Una donna, orribilmente deturpata in viso, conduce un’esistenza corrotta accanto a un individuo senza scrupoli. Un chirurgo la sottopone a un delicato intervento restituendole un aspetto normale. Rifacimento americano di
Senza volto
, film del 1938 tratto dalla commedia di Francis de Croisset e realizzato in Svezia da Gustaf Molander con Ingrid Bergman. Superiore all’originale, non tanto per la pur ottima interpretazione della Crawford, quanto per l’elegante regia di George Cukor.
(andrea tagliacozzo)

Il castello maledetto

In questo eccezionale melodramma (non privo di ironia) alcuni viaggiatori sono bloccati insieme in una misteriosa casa gallese, dove il rozzo maggiordomo interpretato da Karloff è solo uno dei molti strani personaggi che la abitano. Un’autentica gemma, tratta da Benighted di J.B. Priestley; sceneggiatura di Benn W. Levy e R.C. Sherriff. Rifatto in Inghilterra nel 1963.

Ossessione del passato

L’artista di night-club di New York Crawford si sposa e va a vivere in una fattoria del Wisconsin, scatenando forti emozioni in famiglia. Il contrasto fra la Crawford e la Sullavan (la cognata) è la cosa più interessante di questa agitata soap opera.

Ninotchka

Tre agenti sovietici vengono inviati in missione a Parigi, ma la vita mondana della ville lumière li distrae dai loro incarichi. Il governo russo, per riportarli all’ordine, invia sul posto l’affascinante ma severa ispettrice Ninotchka. La donna conosce un viveur francese che la inizia alla bella vita. Una delle migliori commedie di tutti i tempi, interpretata da una coppia d’interpreti in gran forma e una schiera di straordinari caratteristi. Grande merito della sua riuscita va ovviamente attribuito alla raffinata regia di Lubitsch, anche se non va sottovalutata l’importanza di sceneggiatura dai meccanismi perfetti che porta le firme prestigiose di Billy Wilder, Charles Brackett e Walter Reisch.
(andrea tagliacozzo)
.

Come tu mi vuoi

Riduzione cinematografica della commedia di Luigi Pirandello, il film narra la vicenda di una donna sposata, vittima di una amnesia, che cerca di ricostruire la sua vita accanto al marito. Una delle migliori interpretazioni della Garbo, che comparve, per l’occasione, in una insolita versione bionda. Il film, purtroppo, non è invece all’altezza del talento dell’attrice, né tantomeno del testo di Pirandello.
(andrea tagliacozzo)

Intrighi al grand hotel

Trovandosi in gravi situazioni finanziarie, l’anziano signor Trent si trova costretto a vendere un vecchio e prestigioso hotel di sua proprietà. L’uomo incarica il suo vecchio e fedele direttore di scegliere tra tre possibili acquirenti: un ricco ma losco individuo, un onesto uomo d’affari e un agenzia immobiliare. Buon adattamento cinematografico di un romanzo di Arthur Hailey, con un Rod Taylor, nei panni del direttore dell’hotel, affabile e decisamente in parte. Circa quindici anni dopo questo film è diventato un serial televisivo con il titolo
Hotel.
(andrea tagliacozzo)

Oltre il giardino

Sellers è un taciturno i cui silenzi vengono interpretati come segni di intelligenza superiore dai personaggi ricchi e potenti. Umorismo nero di basso livello, ricco di commenti sarcastici sulla quotidianità americana nell’era della televisione… ma è troppo lungo! Adattamento cinematografico di Jerzy Kosinski, autore stesso del romanzo. Douglas ha vinto l’Oscar.