Dracula morto e contento

Mel Brooks gioca con Dracula in questa parodia, che ci mette talmente tanto a raccontare di nuovo l’ormai nota storia del vampiro che si dimentica di far ridere. Ci sono alcuni momenti azzeccati per i fan di Brooks… ma non basta. Gli attori sovraccaricano le interpretazioni il più possibile: da MacNicol che fa Renfield a Brooks che è il dottor Van Helsing, da Korman in un divertente omaggio a Nigel Bruce fino a Nielsen che interpreta un Conte gentile e sinistro. Delizioso cammeo della Bancroft nei panni di “Madame Ouspenskaya”.

Robin Hood – Un uomo in calzamaglia

Blanda e deludente parodia firmata Mel Brooks con Elwes nei panni dell’eroe della foresta di Sherwood, e Rees in quelli di uno spassosissimo sceriffo di Rottingham. (Brooks in persona fa la parte del Rabbino Tuchman, una variazione di Fra’ Tuck.) Risate da convulsioni e sobbalzi, ma il film non ha slancio, né pezzi forti memorabili. Le apparizioni cammeo degli attori regolarmente presenti nei film di Brooks aiutano un po’; DeLuise è uno spasso nel ruolo del Padrino.