Monster House

Dj Walters è un ragazzino che vive insieme ai genitori in una qualunque e ordinaria cittadina americana. Da tempo spia fuori dalla finestra di camera sua, convinto che nella casa di fronte accadano cose sinistre: ogni giocattolo, animale o innocente bambino che finisce sul suo prato viene catturato dall’oscura dimora e mai più liberato. Al suo interno vive l’anziano Nebbercracker, un ossuto vecchietto con lo sguardo spiritato che, dietro la faccia corrucciata, sembra nascondere un segreto.

La vigilia di Halloween, Dj e Timballo giocano spensieratamente a basket quando la loro palla rotola tragicamente sul prato della casa di fronte: Dj prende coraggio (spinto di Timballo) e tenta di recuperarla ma Nebbercracker lo ha visto e sbuca dalla casa avventandosi su di lui. L’uomo però ha un malore e cade a terra rigido come una statua. Sembra tutto finito, ma in realtà la casa continua a vivere anche senza il suo abitante. Quando poi la piccola imprenditrice del dolcetto o scherzetto, Jenny, rischia di essere risucchiata dalla casa e la polizia non fa nulla, i tre ragazzini, Dj, Timballo e Jenny, decidono di agire di propria iniziativa. Entreranno nell’abitazione grazie a un astuto stratagemma e ne scopriranno i misteri.

La recensione

Possiamo inserire questo nuovo prodotto della Imageworks (vincitrice dell’Oscar per gli effetti visivi di
Spider-Man 2
nel 2005 e per l’esilarante corto in computer-grafica
The ChubbChubbs