Grido di pietra

Il noto alpinista Roccia Innerkofler mette in dubbio l’abilità del campione tedesco di free-climber Martin Edelmeir. Questi, deciso a dimostrare il suo valore, segue Roccia in Patagonia, dove l’alpinista ha organizzato una spedizione che tenterà la difficile scalata del Cerro Torre. Il maltempo costringe i due a rimandare momentaneamente l’impresa. Una buona idea (di Reinhold Messner) sfruttata piuttosto male da un Herzog sottotono e poco ispirato.
(andrea tagliacozzo)

The Jackal

Quando l’Fbi e il Kgb si trovano in difficoltà su come catturare un assassino internazionale detto “Jackal”, si rivolgono all’unico individuo che lo conosce bene: un terrorista irlandese (Gere) che sta scontando una pena in una prigione degli Stati Uniti. Un passabile thriller che ci porta in giro per il mondo, indebolito da vuoti di credibilità ma rinforzato dalla carismatica interpretazione di Gere. Anche la Venora è in grande evidenza nella non irrilevante parte dell’agente russa. Assomiglia solo lontanamente al ben più valido Il giorno dello sciacallo, malgrado si rifaccia “ufficialmente” a quella sceneggiatura. Panavision.

Space Vampires

Tre umanoidi, conservati in altrettante bare di cristallo trovate a bordo di un veicolo spaziale, vengono portati a Londra. Risvegliati dal loro sonno, i tre alieni seminano il terrore tra gli abitanti della capitale inglese. Un filmetto stupido, ma tutto sommato divertente dal regista di Poltergeist.
(andrea tagliacozzo)