A parigi con amore

La ricostruzione e le speranze del dopoguerra francese attraverso gli occhi di un’adolescente. Nella Parigi degli anni Cinquanta, una quindicenne di origini ebreo-polacche, si salva da un pestaggio della polizia durante un manifestazione grazie a Stéphan, un fotografo cinico e disincantato. Se ne innamora e compie con lui una breve fuga nel Nord della Francia. Al ritorno le sue convinzioni politiche vacillano.
(andrea tagliacozzo)

Il maratoneta

Thomas Babe Levy è uno studente universitario ebreo con l’hobby della corsa. Quando il fratello Doc, implicato in un traffico di diamanti, gli muore fra le braccia, il giovane si ritrova braccato da un ex criminale nazista che si è arricchito con l’oro ricavato dai denti delle vittime dei campi di sterminio. Dal romanzo di William Goldman (adattato per il grande schermo dallo stesso autore), un thriller teso e avvincente, ben diretto da John Schlesinger. Gara di bravura tra Dustin Hoffman (nell’edizione italiana doppiato da Giancarlo Giannini) e Laurence Olivier. A brillare è soprattutto quest’ultimo, agghiacciante nel ruolo dello spietato e sadico dentista tedesco.
(andrea tagliacozzo)

Fedora

Elegante ma greve adattamento cinematografico del racconto di Thomas Tryon sul disastroso tentativo di un produttore di far uscire con le lusinghe dal proprio esilio volontario un’attrice che ricorda la Garbo. Wilder spara a zero sul cinema e sui registi di oggi, ma riuscirebbe a colpire il bersaglio se il film fosse migliore.

Hereafter

George é un operario che per uno strano scherzo del destino riesce a comunicare con i morti, ma non é interessato a farlo. La sua strada però, si incrocerà con quelle di due donne che per diversi motivi hanno avuto a che fare con la morte, e contatteranno George, per avere delle risposte o forse solo un po’ di conforto…

La formula

Nelson. Thriller incredibilmente realistico con un poliziotto che indaga sulla morte di un amico e scopre che era collegato a un misterioso intrigo a proposito della formula di un carburante sintetico. Scott e Brando sono sempre un piacere da guardare, ma lo sceneggiatore e produttore Steve Shagan ha telefonato tutte le battute.