Cavalcata d’eroi

In pieno Risorgimento, nasce la storia d’amore contrastata tra il pittore Massimo Ruffo, antiborbonico in esilio, e la contessina Giulia, già fidanzata con un nobile francese. Reduce da alcuni film operistici come
Il barbiere di Siviglia
e
I Pagliacci,
il regista Mario Costa si cimenta stavolta con la Storia romanzata con esiti a dir poco disastrosi.
(andrea tagliacozzo)

Arrivano i dollari

Cinque fratelli ricevono un telegramma dal Sud Africa che annuncia l’imminente arrivo della vedova di un loro vecchio zio. Nessuno intende dare ospitalità alla parente, che si aspettano anziana e rompiscatole. Rimangono sorpresi quando all’appuntamento, invece, vedono arrivare una graziosa ragazza a bordo di una Cadillac. Sceneggiatura esile esile (tra gli autori figura anche Ruggero Maccari), tenuta dignitosamente in piedi da alcuni degli interpreti: Nino Taranto, Mario Riva e, soprattutto, un grandissimo Alberto Sordi.
(andrea tagliacozzo)