Cleopatra

Uno dei kolossal più dispendiosi (e fallimentari) della storia del cinema, venne girato quasi interamente a Roma, negli studi di Cinecittà. Dopo aver sconfitto il rivale Pompeo, Giulio Cesare sbarca in Egitto dove fa salire al trono Cleopatra, sua futura sposa. Tornato a Roma, l’imperatore fa in modo che Cleopatra venga accolta con un grande trionfo. La Taylor è perfetta nel ruolo, ma il film, funestato da mille problemi durante la realizzazione, risulta interessante solo a tratti ed è troppo prolisso. Mankiewicz, che sostituiva l’esonerato Rouben Mamoulian, non ha particolari demeriti, se non quello di non essere riuscito a imporre il proprio stile al film. Nonostante tutto, vincitore di quattro Oscar.
(andrea tagliacozzo)

Il principe delle volpi

Nominato ambasciatore presso Città del Monte, il giovane Andrea Orsini riceve l’incarico di avvelenare il governatore del Duca Alfonso d’Este per consentire ai Borgia un’agevole conquista della città. Ma Andrea, innamoratosi di Donna Camilla, giovane moglie della vittima designata, non se la sente obbedire agli ordini. Un dramma storico ricco di mezzi ma senza vita, girato nella Repubblica di San Marino.
(andrea tagliacozzo)