McBain

Nel 1973, durante la guerra del Vietnam, un soldato americano, in pericolo di vita, viene salvato dal provvidenziale intervento di un militare colombiano. Diciott’anni più tardi, quando quest’ultimo viene ucciso nel corso di un colpo di stato, l’americano si reca in Colombia per togliere dai guai la sorella del defunto amico. Mediocre film d’azione, piuttosto prevedibile. Walken, comunque, è efficace. Il regista ha il grande demerito di aver realizzato in precedenza uno dei film peggiori di Jackie Chan:
Protector
.
(andrea tagliacozzo)

La casa degli spiriti

Epica saga sudamericana che segue la turbolenta vita di una famiglia in vista dagli anni Venti fino ai primi anni Settanta. Con premesse forti (e chiaramente scritta da qualcuno per cui l’inglese non è la prima lingua), questa storia dai mille intrecci cerca di includere il misticismo del best-seller di Isabel Allende, con risultati deludenti. La Streep è del tutto fuori ruolo, e Irons è forzato nei panni di un ispanico. La figlia di 10 anni della Streep interpreta il suo personaggio da bambina. Uscito in Europa in una versione di 145 minuti. 

Colors – Colori di guerra

Una coppia di agenti di polizia, formata dal giovane Danny e dal più anziano Bob, ha l’ingrato compito di presidiare una delle zone più turbolente di Los Angeles, terra di scontro tra due bande giovanili. Mentre il secondo prova a stabilire un contatto umano con i criminali, il primo preferisce usare metodi più irruenti. Quarto film da regista dell’attore Dennis Hopper, uno dei suo migliori, anche grazie a una buona sceneggiatura (firmata da Michael Schiffer) e all’ottima prova dei due protagonisti.
(andrea tagliacozzo)