Urban Cowboy

Uno spaccato di vita americana (tratto da un articolo di Aaron Latham) realizzato con grande acume dal regista di Sindrome cinese . Bud lascia il proprio paese per trasferirsi presso gli zii in una cittadina nelle vicinanze di Houston. Trovato lavoro in un grande complesso petrolchimico, il giovane, che passa le serate in un locale honky-tonky esibendosi su un toro meccanico, conosce la vivace Sissy con la quale, poco tempo dopo, si sposa. Quarto film di Debra Winger, al suo primo ruolo importante. (andrea tagliacozzo)

L’allegra fattoria

Stanco della soffocante e tentacolare vita della città, un giornalista decide di trasferirsi in campagna per ritrovare ai sani valori di una volta. Ma anche la vita nella nuova fattoria di sua proprietà non si prospetta facile come aveva sperato. Esile ed episodico (per non dire prevedibile), anche se il film può contare sulla simpatia di Chevy Chase e un cast tecnico di tutto rispetto (il regista è quello di
Butch Cassidy e La stangata
).
(andrea tagliacozzo)