Le amiche

Tratta dal romanzo Tra sole donne di Cesare Pavese, la pellicola è la storia di quattro donne della borghesia torinese: Clelia, Nene, Rosetta e Momina. Tradimenti, lavoro, noia e smania di successo, in un ritratto tra i più vivi e interessanti del primo Antonioni: uno studio psicologico innovatore nel cinema  italiano di quegli anni per la franchezza con cui viene messo a nudo il vuoto di un ristretto mondo colpito da improvviso benessere. Senza consolazioni e concessioni, e con un finale duro, asciutto e dalle molte sfumature. Uno dei film di Antonioni più “di interni” e in cui meno conta il rapporto con le architetture e le città. Leone d’Argento a Venezia.

Creature del cielo

Cupa storia basata sul caso realmente accaduto di due adolescenti neozelandesi, Pauline Parker e Juliet Hulme, il cui legame ossessivo le condusse a un omicidio. Molto ben recitato, e magistralmente diretto da Jackson, che ci immerge nel bizzarro mondo fantastico creato dalle ragazze. La vera Juliet Hulme, si è scoperto in seguito, per anni ha scritto best seller gialli sotto lo pseudonimo Anne Perry. Jackson è anche co-autore della sceneggiatura insieme a Frances Walsh. Il director’s cut dura 109 minuti. Leon d’Argento a Venezia e nomination all’Oscar per la sceneggiatura.