Senza esclusione di colpi

L’aitante pilota militare statunitense Frank Dux, addestrato dal giapponese Tanaka alla pratica delle arti marziali, vorrebbe partecipare all’annuale torneo di Kumité che si tiene a Hong Kong. Nonostante il superiore gli abbia negato il permesso, l’americano approfitta di una licenza per recarsi in Oriente ed iscriversi alla gara. Non male nel suo genere, anche se lontano dai modelli di Hong Kong ai quali chiaramente si ispira. Non a caso per i suoi film migliori – Maximum Risk e Double Team – Van Damme si rivolgerà in seguito a due registi dell’ex colonia inglese, Ringo Lam e Tsui Hark. (andrea tagliacozzo)