A me mi piace

La vita di un professionista che lavora per un’emittente privata viene sconvolta dall’improvviso arrivo di un vecchio amico americano, giunto in Italia sulle tracce della moglie che l’ha abbandonato. Lo accoglie a braccia aperte e cerca di aiutarlo, ma finirà per cacciarsi nei guai. Esordio alla regia di Enrico Montesano con una commediola d’impostazione quasi teatrale che scivola più volte nel farsesco più banale. Le canzoni sono di Fabio Concato. Nel cast, in un piccolo ruolo, compare anche Anna Marchesini.
(andrea tagliacozzo)

Pappa e ciccia

Il film è diviso in due episodi: nel primo, Lino Banfi è un meridionale emigrato in Svizzera che, sebbene abbia trovato solo un modesto lavoro da imbianchino, ai parenti rimasti in Italia fa credere di essere diventato miliardario speculando in Borsa; nel secondo, Paolo Villaggio è un impiegato che si concede un’allucinante e disastrosa vacanza in Kenya. Tutto suona già scontato e solo raramente qualche gag riesce a strappare una risata.
(andrea tagliacozzo)

Scuola di ladri – Parte seconda

Seguito di
Scuola di ladri
, realizzato l’anno prima dallo stesso team. I cugini Dalmazio ed Egisto si incontrano casualmente in una lussuosa villa che entrambi intendevano svaligiare. Miracolosamente scampati alla cattura della polizia, i due, rendendosi conto di aver bisogno di una più curata organizzazione per riuscire nelle loro imprese, chiedono aiuto allo zio che già una volta li aveva beffati. Già il primo film non brillava per qualità. Questo sequel è ovviamente peggiore.
(andrea tagliacozzo)