La prima volta di Jennifer

Jennifer, complessata trentacinquenne, vive, ormai rassegnata a una grigia esistenza, assieme all’opprimente madre. Il casuale incontro con un ex compagno d’infanzia sembra portare una luce di speranza nella vita della donna. Ottimo esordio di Paul Newman dietro la macchina da presa con un dramma intimista tratto dal romanzo di Margaret Laurence. Straordinaria anche Joanne Woodward, sua moglie, in un ruolo intenso e complicato. Newman tornerà a dirigere la Woodward nel ’72 in
Gli effetti dei raggi Gamma sui fiori di Matilde
e nell’87 in
Lo zoo di vetro
.
(andrea tagliacozzo)