E io mi gioco la bambina

Tratto dalla novella di Damon Runyon Little Miss Marker, già portata sullo schermo nel 1934 (con Adolphe Menjou e Shirley Temple), nel 1949 (con Bob Hope) e nel 1963 (con Tony Curtis, qui relegato in un ruolo di secondo piano). Una bambina di sei anni, rimasta orfana, sconvolge la vita di uno scorbutico allibratore, costretto a farle da balia. Il film, piuttosto deludente, segnò l’esordio dietro alla macchina da presa dello sceneggiatore Walter Bernstein. (andrea tagliacozzo)

In fuga per tre

Rifacimento americano di Due fuggitivi e mezzo , che lo stesso Francis Veber aveva realizzato in Francia tre anni prima. L’ex rapinatore Lucas esce di prigione deciso a rigar dritto. Mentre sta depositando un assegno in banca, però, viene coinvolto suo malgrado nella rapina che un povero disperato, padre di una bambina autistica, tenta di compiere ai danni dell’istituto. Moderatamente divertente, anche se non regge minimamente il confronto con l’originale interpretato da Gérard Depardieu e Pierre Richard. (andrea tagliacozzo)

Malone, un killer all’inferno

Capitato quasi per caso in una zona dello Stato del Mountain, Malone, ex agente della CIA, apprende dal proprietario di un officina che il ricco Delaney, usando mezzo illeciti e violenti, vuole impossessarsi di gran parte della vallata. Malone scopre che l’uomo, fanatico razzista, sta organizzando un complotto per sovvertire i vertici del Paese. Classico veicolo poliziesco costruito su misura per le doti di Burt Reynolds. Purtroppo la simpatia dell’attore non riesce a far dimenticare la mediocrità dell’insieme. (andrea tagliacozzo)

Li troverò a ogni costo

Buon esordio dietro alla macchina da presa dell’attore James Caan. L’operaio Thomas Hacklin, divorziato dalla moglie Ruthie, può vedere i suoi due figli solo il fine settimana. La donna, risposatasi a un mafioso che deve testimoniare a un importante processo, è costretta cambiare identità. Per rivedere i propri figlioletti, Hacklin non esita a sfidare le autorità. Il film è ispirato a un fatto realmente accaduto nel 1967. (andrea tagliacozzo)