Shanghai Surprise

Negli anni Trenta, un contrabbandiere americano torna a Shanghai, accompagnato da una missionaria laica, per recuperare un carico d’oppio andato disperso un anno prima. A questo scopo, l’uomo assolda un giovane piazzista squattrinato. Sean Penn e Madonna, all’epoca coppia anche nella vita, ce la mettono tutta, ma i loro sforzi sono vanificati dalla distratta e mediocre regia di Jim Goddard e dall’insipienza della sceneggiatura (scritta da John Kohn e Robert Bentley). Prodotto dalla Handmade, casa di produzione di George Harrison (autore anche della colonna sonora).
(andrea tagliacozzo)