007 vendetta privata

Franz Sanchez, boss della droga, uccide in un agguato la moglie di Felix, un agente della CIA fraterno amico di James Bond. L’agente 007, sebbene gli sia stata revocata la licenza di uccidere, decide di vendicare il collega agendo per proprio conto. Durante la missione, Bond trova un aiuto prezioso nella giovane Lupe Lamora, l’amante di Sanchez. Sedicesimo film della serie, il secondo con Timothy Dalton, piuttosto incolore nel ruolo dell’agente segreto più famoso del mondo. La pellicola, comunque, è sufficientemente divertente e ricca d’azione.
(andrea tagliacozzo)

Cristoforo Colombo: la scoperta

Verso la fine del XV secolo, il giovane navigatore genovese Cristoforo Colombo organizza una spedizione per raggiungere le Indie attraverso l’Oceano Atlantico. Per trovare i fondi necessari, Colombo si rivolge alla regina di Spagna, Isabella. Il film è stato realizzato contemporaneamente a
1492: la conquista del Paradiso
di Ridley Scott, dedicato allo stesso argomento. Meno visionario e più convenzionale rispetto all’opera di Scott, si fa apprezzare soprattutto per i toni avventurosi. Il regista John Glen, ex montatore, si è fatto le ossa con la serie 007.
(andrea tagliacozzo)

007 Zona pericolo

Debutto di Timothy Dalton nel ruolo di James Bond. 007 arriva a Bratislava per proteggere la fuga di un generale sovietico che ha deciso di disertare dal KGB. Dopo aver impedito che l’ufficiale venisse assassinato da una giovane violoncellista cecoslovocca, Bond riesce a tornare in Inghilterra assieme alla ragazza, della quale si servirà nel proseguo dell’operazione. Tipico prodotto della serie, con molta azione e bei paesaggi. Niente di originale, comunque. Il regista John Glen aveva esordito nella serie
007
in veste di montatore.
(andrea tagliacozzo)