A sangue freddo

Dall’omonimo romanzo di Truman Capote. Fidandosi di un’informazione raccolta in carcere, due giovani pregiudicati penetrano nella casa di un agricoltore con l’intenzione di svuotare una cassaforte. Non riuscendo a trovare il denaro, i malviventi compiono un’inutile strage uccidendo l’agricoltore e la sua famiglia. All’epoca il film con il suo impietoso realismo, la sua violenza tutt’altro che compiaciuta, sembrò quasi un pugno nello stomaco.
(andrea tagliacozzo)

Salva la tua vita

La giovane Julie, sposatasi in seconde nozze con un valente pianista, sospetta che quest’ultimo abbia assassinato il precedente marito, apparentemente deceduto in seguito a un suicidio. La donna riferisce alla polizia i suoi timori, ormai divenuti certezza, ma non viene creduta. Buon thriller, con Doris Day in un ruolo per lei insolito (che, più o meno, ripeterà quattro anni dopo in
Merletto di mezzanotte
). Nel 1958, il regista Stone realizzerà un altro giallo di discreta fattura:
Lama alla gola
.
(andrea tagliacozzo)