Due tipi incorregibili

Lancaster e Douglas insieme per la settima volta. Due vecchi gangster, usciti di prigione dopo aver scontato venticinque anni, cercano di integrarsi nella nuova società. Braccati da un killer che ha un conto in sospeso con loro e ricercati da un anziano poliziotto, poco convinto della loro redenzione, i due decidono di ritornare alle abitudini di un tempo. Non male lo spunto iniziale, anche se il film perde vistosamente colpi strada facendo a causa di una regia del tutto inadeguata (eppure solo un anno prima Kanew aveva realizzato l’interessante
Toccato!
). Comunque, fa sempre piacere vedere all’opera due vecchie volpi come Kirk Douglas e Burt Lancaster.
(andrea tagliacozzo)

Detective con i tacchi a spillo

V.I. Warshawsky, meglio nota come Vic, è un’avvenente investigatrice privata di Chicago. La donna incontra un ex giocatore di hockey, Boom Boom, che le affida momentaneamente la custodia della figlia. Poche ore dopo, l’uomo muore in strane circostanze. Vic, per niente convinta che Boom Boom sia stato vittima di un incidente, decide di indagare. L’idea poteva essere interessante – la splendida Turner sulla scia degli investigatori privati macho dei vecchi film hollywoodiani – ma la sceneggiatura è terribilmente piatta, priva di guizzi realmente originali.
(andrea tagliacozzo)